Material Design. Il nuovo linguaggio visivo di internet

Antonio CasolinoApprofondimentiLeave a Comment

Internet non è più come prima. Anno dopo anno, le cose cambiano e i progressi tecnologici fanno sì che il web diventi una realtà sempre più intuitiva, interattiva e in grado di coinvolgere gli utenti a 360°. Il merito va soprattutto a Google e ai suoi sviluppatori: un team con tante idee in continua evoluzione. Infatti, questo famoso motore di ricerca che ormai è un vero e proprio ecosistema, ci ha permesso di avere a disposizione un nuovo linguaggio visivo, utile sia per la comunicazione aziendale che per favorire delle migliori user-experience e per permetterci di utilizzare internet in modo completo e quasi per ogni attività. Fino ad oggi la tendenza è il design “Flat”, ovvero piatto e quasi monotono, poco accattivante, ma comunque utile. Ma pur sempre un semplice stile grafico. Adesso tutto è cambiato e le ultime tendenze per quanto riguarda il design e i layout del web si possono descrivere in due parole: Material Design. Quest’ultimo è un linguaggio visivo (non un semplice stile) nato nel 2014, che ha subito riscosso un notevole successo. Google ha preso una decisione ben precisa e tutti hanno seguito la scia di questa innovazione. Ma di cosa si tratta esattamente?

Partiamo dall’analisi della parola: “Material” significa “materiale” e “design” significa “progettazione” (in questo caso relativa alla grafica di tutto ciò che ha a che fare con il web). Ovviamente, dicendo “materiale” ci vengono in mente le cose che abbiamo intorno, ma quello che Google ci ha offerto è per lo più un nuovo modo di vederle. Le persone sono molto “materialiste” (anche in senso buono naturalmente!) e questo vuol dire che anche sul web vogliono vedere qualcosa che sia paragonabile alla realtà e che la ricordi e la interpreti nel miglior modo possibile. Questo comporta un elevato coinvolgimento emotivo e un interesse maggiore per quello che viene visualizzato sugli schermi di pc e smartphone. Il Material Design risponde proprio a questa esigenza e fa vedere a tutti noi esattamente quello che vogliamo vedere.

 

A differenza del Flat Design, che rappresentava un’interfaccia più schematica e poco coinvolgente, il Material Design nasce con l’intento di rendere ogni elemento grafico il più reale possibile, rendendolo tridimensionale e fedele a quello che vediamo nella realtà. Questo nuovo linguaggio è diventato subito una cosa di cui non possiamo più fare a meno, in quanto ci consente di avere sullo schermo un design che cattura completamente il nostro interesse.

In questa tendenza grafica, i dettagli non vengono sottovalutati e Google offre ai professionisti dei tool ed esempi da utilizzare per realizzare dei magnifici siti web, che proporranno all’utente non solo un nuovo design, ma anche tante funzionalità, caratteristiche, ed elementi grafici in movimento. Tutti questi fattori, ogni volta che approdiamo su un sito web, permettono a tutti noi di percepire ogni oggetto quasi come se fosse reale. Per tutti questi motivi, penso che il Material Design si presenti come uno dei migliori mezzi di comunicazione e marketing aziendale vincente attualmente a nostra disposizione, che può comportare una rapida espansione e molti successi, e anche incrementi notevoli per quanto riguarda le conversioni e le vendite di ogni brand presente sul web. Questo linguaggio visivo è ottimo anche per i liberi professionisti o per coloro che vogliono farsi conoscere sul web, fidelizzare i visitatori e totalizzare un maggior numero di contatti.

 

 

Come molti altri, penso che uno dei migliori esempi di questa tendenza di grafica web sia proprio “Whatsapp”. Conosciamo tutti questa applicazione e, ovviamente, siamo tutti d’accordo che in modalità “Flat” non era ciò che è adesso: era più monotona e meno interattiva. Di conseguenza, questo ci fa capire che il Material Design può rivelarsi il mezzo giusto anche per quanto riguarda lo sviluppo delle app, indipendentemente dalla tipologia di business in cui si opera. Infatti, direi che il Material Design è stato capace di cambiare tutto e di proporci un web che si presenta come un prolungamento della nostra realtà quotidiana, e che è riuscito ad integrarsi perfettamente in essa. Non a caso, Google ha utilizzato questa grafica innovativa per rivisitare tutti i suoi prodotti: dalle app alle interfacce web, fino ad arrivare al sistema operativo Android che, lo scorso anno, è diventato “Android Lollipop”. Perciò, questo linguaggio visivo è attualmente presente in ogni nostro device, mobile e non, ed è disponibile per tutti coloro che operano e navigano su internet.

Il Material Design è in grado di ottimizzare i siti web dal punto di vista dei contenuti, in particolar modo per quanto riguarda le pagine di marketing e di vendita, le descrizioni dei prodotti e gli articoli dei blog. Le parole chiave di questo linguaggio visivo sono decisamente i colori, le forme, l’animazione e la capacità di interagire con l’utente. Questa grafica tecnologica comprende infatti una ricca serie di componenti, inclusi pulsanti, icone, speciali font e molto altro: tutti elementi perfettamente visualizzabili da ogni browser e implementabili in ogni CSS, tramite le funzioni di personalizzazione di base e anche altri componenti aggiuntivi scaricabili. Una delle cose che reputo più importanti è che questa grafica, manco a dirlo, è anche “responsive”, ovvero si adatta al dispositivo utilizzato per navigare online. Anche le colorazioni attuali provengono dal Flat Design, ma è certo che il Material Design riesce a donare ad esse delle particolari caratteristiche in più e delle migliori funzionalità. In pratica, si tratta di un vero restyling del Flat Design, in cui le immagini e le parole presentano delle nuove superfici 3D, ombre e dettagli in grado di attirare l’attenzione e l’interesse di ogni utente.

In poche parole, questa grafica di tendenza riesce a ridisegnare ogni prodotto e servizio in maniera dinamica e accattivante e, se desiderate sfruttarla al massimo, il consiglio è di leggere attentamente la guida dedicata al Material Design che Google ha messo a disposizione dei web designer e di tutti coloro che sono interessati ad ottenere validi approfondimenti. Si tratta di un insieme di suggerimenti che potranno accompagnarvi durante le vostre progettazioni, ispirarvi e farvi venire nuove idee.

La fantasia e l’immaginazione sono decisamente degli elementi essenziali per creare un magnifico sito web responsive o un’applicazione, e il Material Design è proprio ciò che ci aiuta fare in modo che le nostre idee si concretizzino in una realtà vincente e coinvolgente.